.
Annunci online

neapoliscallsnapoli

 
4 maggio 2014
Lavori pubblici e CONSIP

 A sua eccellenza il Ministro della guerra

 

Abbiamo opere di costruzioni trascinate da anni non mai terminate e che forse terminate non saranno mai

 

Questo succede eccellenza, per la confusione causata dai frequenti ribassi che si apportano alle Vostre opere, poiché va certo che tutte le rotture di contratti così come i mancamenti di parola e il ripetersi degli appalti ad altro non servono che ad attirare quali impresari tutti i miserabili che non sanno dove batter del capo, ed i bricconi e gli ignoranti, facendo al tempo medesimo fuggire da Voi i quali hanno mezzi e la capacità per condurre una impresa.

 

E dirò inoltre che tali ribassi ritardano e rincarano considerevolmente i lavori i quali ognora più scadenti diverranno.

 

E dirò pure che le economie realizzate con tali ribassi e sconti cotanto accanitamente ricercati saranno immaginarie, giacché similmente avviene per un impresario che perde quanto per un individuo che si annoia: si attacca egli a tutto ciò che si può in materia di costruzioni, significa non pagare che forniscono i materiali, compensare malamente i propri operai, imbrogliare quanta più gente si può, avere la manodopera più scadente come quella che a minor prezzo si dona, adoperare i materiali peggiori, trovare cavilli in ogni cosa e spettegolare ora di questo ora di quello.

 

Ecco dunque quanto basta Eccellenza perché vediate l'errore di questo Vostro sistema, abbandonatelo quindi in nome di Dio; ristabilite la fiducia, pagate il giusto prezzo dei lavori, non rifiutate un onesto compenso ad un imprenditore che compie il suo dovere, sarà sempre questo l'affare migliore che Voi potrete fare.

Architetto Sebastian Le Preste

Marchese di Vauban

 

Parigi 17 luglio 1683    

14 dicembre 2007
LAVORO
Infortuni sul lavoro
Come ho accennato, in lezioni di cioccolato, ho trovato molto bella l'affermazione sulla qualità dei lavori edili (http://www.neapoliscallsnapoli.ilcannocchiale.it/post/1715386.html).  In articolo pubblicato su l'Espresso, di Zingales (http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Class-action-senza-veli/1901892/18), si parla di Class action e libero mercato.
Ecco la sintesi degli infortuni sul lavoro nei cantieri edili: controllo, applicazione delle leggi esistenti e pubblicità finalizzata ai committenti.
Quanti si rendono conto che nel momento in cui sottopagano un lavoro, stanno sfruttando, se pur indirettamente, qualcuno? Ma anche se non hanno questa sensibilità, si rendono conto che un lavoro sottopagato, viene realizzato con manodopera meno specializzata e materiali scadenti? Infatti sempre in "lezioni di cioccolato" il protagonista afferma che gli piace l'impianto idraulico e i tubi, perché viene tutto nascosto dal cemento, poi a distanza di pochi anni sarà garanzia di nuovi lavori per rifare ciò che è stato mal eseguito.

Dall'articolo di Zingales:
........la funzione del giudizio non è quella di attribuire la colpa, ma quella di creare gli incentivi per evitare danni futuri. McDonald's fu costretta a pagare perché serviva il caffè a temperature troppo elevate, che nel corso degli anni avevano provocato 700 casi di ustioni. Senza una punizione pecuniaria non esiste per le imprese l'incentivo a modificare atteggiamenti lesivi dei consumatori.
......
Questo sistema di responsabilità civile è un pilastro essenziale di un buon sistema di mercato. Senza di esso, il perseguimento del profitto spinge le imprese a ignorare i rischi dei consumatori. Lo vediamo nei prodotti per bambini, come ha scoperto tragicamente una mia collega il cui figlioletto è morto strozzato da una culla difettosa. Siccome negli Stati Uniti i bambini valgono poco in termini di risarcimento economico (sono un costo, non una fonte di reddito), le imprese non ritengono economicamente vantaggioso investire in migliori standard di sicurezza. 
.....



13 dicembre 2007
cinema
Lezioni di cioccolato
Ho visto il film. Mi è piaciuto molto, ho trovato molto attraente la trama e le singole parti. Inizia con un infortunio sul lavoro, in un cantiere edile, dove lo sfruttamento è la regola.
A parte le scene divertenti, una delle parti più belle,  è quando l'imprenditore, rinfaccia al facoltoso cliente di essere lui il committente dello sfruttamento. Giustamente dice se tu vuoi pagare 300.000 Euro un lavoro che ne vale 600.000 per forza avrai materiali scadenti e sfruttamento di manodopera.
Mia mamma, quando sentiva di persone che acquistavano merce di provenienza illecita, mi diceva sempre: "ricorda, ci sono lacrime su quella merce e se nessuno comprasse merce rubata, non ci sarebbe chi ha interesse a rubare". E' il mercato, e può avere una sua etica.
3 settembre 2007
Sicurezza sul lavoro
Si parla tanto di infortuni sul lavoro, quanti infortuni sono di origine elettrica e vengono classificati in altri modi? Ad esempio un operaio su un ponteggio, tocca dei cavi elettrici in tensione, in seguito alla scarica cade dal ponteggio, venendo classificato come infortunio per caduta dall'alto.
Un accorgimento come questo in foto può avere conseguenze pericolosissime, soprattutto se viene inserito nella punto sbagliato della presa il perno con il conduttore giallo/verde,  è il caso di dire che la realtà supera la fantasia. Immagino che la modifica è stata fatta per utilizzare vari tipi di prese, se si considera che un kit di adattatori, costa pochi Euro e cinicamente, senza considerare il danno che ne deriva a una persona (fino alla morte), i soli danni economici derivanti dalle sanzioni o dai risarcimenti, dovrebbero convincere a spendere quei pochi Euro, insomma è come giocare un superenalotto al contrario, con l'aggravante di alte probabilità di azzeccarci.

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte